Coronavirus – avvisi alla Comunità parrocchiale

Carissimi Parrocchiani,
di fronte alle incertezze e preoccupazioni che viviamo sempre più da vicino e che nella parola coronavirus trovano il punto di convergenza globale, credo che tutti avvertiamo la necessità di riassettare i nostri pensieri, sempre più a senso unico. C’è esigenza di un ricostituente valido e salutare, soprattutto per il nostro spirito che di questi tempi ne ha risentito già molto e soffre non di meno dell’economia globale. Come cristiani sappiamo che, avendo posto in Gesù Cristo la nostra fiducia, certamente non resteremo delusi, perché nessuno e niente “potrà mai separarci dell’amore di Dio, che è in Cristo Gesù, nostro Signore” (Rm8,39)
A tal proposito mi piace condividere con voi una certezza che, sono sicuro, è anche la stessa di tantissimi di voi. Quella di non privarci – per quanto questo possa dipendere da noi – di quella fonte e culmine della vita che è l’Eucaristia celebrata nella comunità e vissuta come dono nel quotidiano. E siccome non ho capacità mie per esprimere con sufficiente chiarezza ciò che vorrei condividere ora con voi, ricorro alle parole di papa Benedetto XVI che così scriveva nell’Esortazione apostolica Sacramentum Caritatis:
“Sacramento della carità, la Santissima Eucaristia è il dono che Gesù Cristo fa di se stesso, rivelandoci l’amore infinito di Dio per ogni uomo. In questo mirabile Sacramento si manifesta l’amore « più grande », quello che spinge a « dare la vita per i propri amici » (Gv 15,13). Gesù, infatti, « li amò fino alla fine » (Gv 13,1). Con questa espressione, l’Evangelista introduce il gesto di infinita umiltà da Lui compiuto: prima di morire sulla croce per noi, messosi un asciu-gatoio attorno ai fianchi, Egli lava i piedi ai suoi discepoli. Allo stesso modo, Gesù nel Sacramento eucaristico continua ad amarci « fino alla fine », fino al dono del suo corpo e del suo sangue. Quale stupore deve aver preso il cuore degli Apostoli di fronte ai gesti e alle parole del Signore durante quella Cena! Quale meraviglia deve suscitare anche nel nostro cuore il Mistero eucaristico! […] L’Eucaristia è per eccellenza « mistero della fede »: « è il compendio e la somma della nostra fede ». La fede della Chiesa è essenzialmente fede eucari-stica e si alimenta in modo particolare alla mensa dell’Eucaristia.”
E di questo cibo che più che mai abbiamo bisogno non solo ora, ma sempre per alimentare la fiducia e speranza in mezzo a tutto ciò che ci può spaventare.
Padre Raffaele


Di seguito le disposizioni per la nostra comunità parrocchiale, con riferimento a quelle diocesane e ministeriali:

  • È possibile celebrare la Santa Messa e promuovere gli appuntamenti di preghiera che caratterizzano il tempo della Quaresima (liturgia penitenziale, via crucis, adorazione eucaristica…) purchè sia assicurato il rispetto delle indicazioni diramate dal Governo, e in particolare la possibilita di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
  • A tale scopo abbiamo aggiunto al Perpetuo Soccorso una S. Messa di sabato alle ore 16.30 e destinata ai soli ragazzi delle Medie, e una di domenica alle ore 11.00 in Parrocchia, affinchè nessuno sia privato di questo momento e tutti possano parteciparvi serenamente e con gli spazi previsti garantiti.
  • Inoltre durante la S. Messa si riceva la Comunione sulle mani e non sulla bocca, per lo scambio di pace si eviti la stretta di mano e si tolga l’acqua benedetta dalle acquasantiere.
  • Tutti gli incontri e le attivita legate alla catechesi dei bambini e dei ragazzi, nonche tutte le attività oratoriali ed associative sono sospese fino al 15 marzo 2020.
  • La Caritas parrocchiale resterà attiva, ma cambieranno gli orari e le modalita di funzionamento secondo le seguenti disposizioni:
    – Lunedì 9 Marzo dalle 9 alle 12 (consegna degli indumenti)
    – Martedì 10 Marzo dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 (ritiro indumenti)
    – Lunedì 16 Marzo dalle 9 alle 12 (consegna degli indumenti)
    – Martedì 17 Marzo dalle 9 alle 12 (ritiro indumenti)
    L’accesso avverrà secondo le modalità che vi verranno illustrate dai volontari
  • La Via Crucis si svolgerà nella chiesa parrocchiale il Venerdì alle ore 19.00 (al Perpetuo Soccorso alle 17.45).
  • L’ufficio parrocchiale resta aperto nei consueti orari, nonchè dopo la S. Messa vespertina in parrocchia, compatibilmente con gli altri impegni del parroco.

I commenti sono chiusi